Federazione Italiana Associazioni Feline

delibera del CDF del 13/11/94

REGOLAMENTO ESPOSIZIONI F.I.A.F. (da commissione expo)

Art. 1 Ogni Associazione aderente alla FIAF in proprio o attraverso appositi Comitati, costituiti in numero di almeno tre persone di due nuclei famigliari diversi, può organizzare Esposizioni destinate a tutte le Associazioni FIAF ed aperte a tutti i Soci di altre Associazioni feline. I membri del Comitati possono anche far parte di Associazioni FIAF diverse, purché almeno uno di essi, il titolare che richiede l'esposizione, appartenga all'Associazione a cui la manifestazione viene assegnata. Possono quindi organizzare una mostra anche più Associazioni che risiedano nella stessa Regione. Non si considerano expo le rassegne, fiere, incontri. Per le rassegne, incontri, raduni, sagre di paese o altre manifestazioni che non presuppongono giudizi ufficiali ed attribuzione di titoli ufficiali, ogni Associazione sarà libera di stilare, per tutti o per alcuni tipi di manifestazione, un proprio regolamento da far ratificare al Consiglio Federale della FIAF dietro parere positivo della Commissione Tecnica e dei Giudizi se vorrà condurle sotto l'egida della Federazione. Qualora i gatti presenti siano inferiori a 50 o purché non ci sia una esposizione FIAF alla stessa data, l'Associazione e libera da ogni impegno verso la FIAF.

Art. 2 La commissione delle Esposizioni ha il compito di redigere un calendario delle Esposizioni Nazionali in base alle richieste avanzate dalle singole Associazioni, valuterà la distanza compatibile tra due mostre in contemporanea, che comunque non dovrà essere inferiore ai 200 Km, o tra due esposizioni richieste in tempi ravvicinati. Le richieste di Esposizioni da parte della Associazioni dovranno pervenire possibilmente entro il 30 settembre e comunque almeno quattro mesi prima della loro effettuazione. Le Associazioni od i Comitati da esse approvati devono avanzare apposita richiesta fornendo tutte le notizie ritenute necessarie dalla FIAF sulla manifestazione. I formulari di richiesta delle Esposizioni dovranno essere firmati dal Presidente del l 'Associazione e dai membri del Comitati che si assumono la responsabilità della veridicità dei dati forniti.

Art. 3 Le Esposizioni vengono organizzate nell'ambito territoriale regionale delle Associazioni FIAF che abbiano la Sede Legale nella regione sede della Manifestazione. Possono essere organizzate anche in altre Regioni in cui l'Associazione ha propri Soci purché le Associazioni con Sede Legale nella Regione non debbano effettuare nello stesso anno o comunque a distanza non superiore ai sei mesi una Esposizione nello stesso luogo.

Art. 4 In presenza di più Associazioni costituitesi nella stessa Regione le richieste di Esposizione sono valutate in base:

a) al numero degli iscritti alle Associazioni

b) all'esperienza organizzativa del Comitato

c) alla tipologia delle strutture espositive in relazione alla capacita ricettiva per espositori e pubblico.

Art. 5 Le Esposizioni possono di norma essere effettuate da Comitati che già hanno operato. In presenza di nuovi Comitati che non abbiano mai maturato esperienze di organizzazione ed effettuazione di Esposizioni, ai fini di un corretto e positivo svolgimento della manifestazione occorre che nel Comitato venga a far parte almeno un membro che abbia già effettuato positivamente altre mostre. E' previsto un apprendistato in Esposizioni FIAF per tutti coloro che non avendo precedenti esperienze, volessero organizzare Esposizioni. Potranno quindi esser abilitati tutti coloro che abbiano conseguito il rilascio di un attestato di buon esito dell'apprendistato da parte di due diversi Comitati Organizzatori di Esposizioni.

Art. 6 I Comitati Organizzatori sono tenuti a rimborsare alla FIAF le spese di noleggio, custodia e manutenzione delle gabbie nella misura di £. 13.000 IVA compresa per ogni posto gatto escluse le gabbie a disposizione dei giudici.

Art. 7 I Comitati sono altresì tenuti a rimborsare alla FIAF il costo della redazione del catalogo qualora fosse predisposto a cura del la FIAF stessa, in misura da definirsi all 'epoca di avvio dell'Esposizione relativa.

Art. 8 I Comitati Organizzatori devono costituirsi correttamente dal punto di vista legale e fiscale. Essi si assumono ogni responsabilità civile, penale, fiscale ed amministrativa connessa all'esposizione. I Comitati pertanto devono operare autonomamente e non possono impegnare in alcun caso la FIAF verso terzi, ne usare i dati fiscali della FIAF stessa.

Art. 9 Ogni Esposizione, Nazionale o Internazionale, per potersi effettuare deve essere approvata dal Consiglio Direttivo FIAF previo parere tecnico dell'apposita Commissione delle Esposizioni e previa approvazione del Consiglio dell'Associazione promotrice della manifestazione .

Art. 10 Possono partecipare alle Expo FIAF espositori provenienti da tutte le Associazioni Feline del mondo. Una Expo Internazionale può essere effettuata alle seguenti condizioni:

a) presenza di uno o più giudici Internazionali di cui uno straniero

b) presenza di veterinari professionisti che devono eseguire una visita a tutti i gatti in entrata all'Expo. Uno di essi deve essere presente durante tutta la manifestazione.

c) tutti i gatti devono essere immunizzati con vaccino trivalente e per tutti quelli che abbiano compiuto i cinque mesi e obbligatoria la vaccinazione contro la rabbia che risulti dal certificato medico, effettuata da almeno un mese e da non oltre un anno dalla data della manifestazione .

d) stipulazione di un contratto di assicurazione comprendente i rischi da manipolazione gatti e degli addetti alla mostra.

e) il numero minimo dei gatti presenti e stabilito in 120.

f) possono essere invitati giudici abilitati di qualsiasi Associazione.

Art. 11 Per poter effettuare una esposizione Nazionale FIAF occorrono i requisiti stabiliti ai punti b) c) d) f) dell'articolo precedente. Il numero minimo dei gatti presenti in una Esposizione Nazionale e stabilito in 70. Sono comuni ad ambedue le Esposizioni, Nazionale ed Internazionale, altresì le seguenti disposizioni:

a) Deve essere inviato il programma dell'Expo ai Soci delle Associazioni F IAF contenente le seguenti notizie: - data, luogo e indirizzo dell'Esposizione - data della chiusura delle iscrizioni - ammontare delle spese di iscrizione - la possibilità o meno di lasciare i gatti durante la notte nelle gabbie- il nome dei giudici con l'indicazione a fianco della categoria di gatti che devono giudicare - l'elenco degli alberghi che accettano i gatti - gli orari di apertura e di chiusura dell' Esposizione - l'indirizzo ed il recapito telefonico di almeno due persone dell'organizzazione della manifestazione e le modalità di pagamento delle spese d'iscrizione che devono essere sempre trasmesse prima dell'esposizione assieme alle schede di iscrizione

b) Vi e obbligo da parte del l'Associazione che promuove l 'Esposizione di conservare tutti i documenti relativi ai giudizi ed il catalogo con i risultati per almeno tre anni.

c) Ogni Associazione incarica il proprio Segretario o altro delegato dal Consiglio di catalogare i titoli dei gatti dei suoi associati. A questo scopo il responsabile dell'Esposizione deve trasmettere a tutte le Associazioni FIAF che hanno avuto Soci presenti alla manifestazione un'attestazione dei punteggi conseguiti dai gatti, assieme al catalogo.

d) Gli espositori dovranno trasmettere a loro volta le copie dei tre giudizi conseguiti che comportano il rilascio di un titolo per il gatto (campione nazionale, internazionale etc.) prima di accedere alla classe superiore.

e) La vidimazione di una iscrizione ad una expo straniera deve essere richiesta alla segreteria dell'Associazione di appartenenza.

f) La quota di iscrizione di ogni gatto a catalogo deve essere corrisposta anche in caso di sua assenza, salvo disdetta fatta pervenire almeno 15 gg. prima dell'Esposizione.

g) E' obbligatorio inviare la conferma di partecipazione almeno 15 gg. prima agli Espositori stranieri.

h) L'ammontare della quota di partecipazione e libera.

i) Per accedere alla classe in relazione all'età si fa riferimento al primo giorno della mostra.

j) Non possono partecipare gattini con meno di tre mesi , gatte che allattano e gravide di un mese. Sono ammessi gatti tatuati.

k) Sono esclusi dalla competizione i gatti aggressivi che vengono segnalati in segreteria. Se tale segnalazione avviene per uno stesso gatto in tre esposizioni diverse non potrà più concorrere ad altre mostre. Sono anche esclusi i gatti che rifiutano la visita veterinaria.

I) Non possono partecipare alle Expo gatti monorchidi, drogati, tinti etc. etc. o con problemi, che verranno eventualmente regolamentati dai giudici.

m) Se il veterinario di servizio constata, in qualunque momento, sintomi di malattia in un gatto, questo verrà allontanato e con lui tutti i gatti dello stesso allevamento.

n)I gatti possono essere condotti al giudizio direttamente dagli Espositori od a loro discrezione, dagli Assessori.

o) E' vietato fumare all'interno dei locali dell'Esposizione.

Art. 12 Gli organizzatori di una Expo sono responsabili nei confronti del Consiglio Direttivo FIAF dell'osservanza dei regolamenti. A tale scopo il CDF FIAF incarica un Delegato per rappresentarlo nella manifestazione allo scopo di controllare il regolare svolgimento dell'Esposizione. Egli deve segnalare al CDF le violazioni accertate del regolamento nel corso della Esposizione.

Art. 13 Gli Espositori non possono in alcun caso abbandonare l'Esposizione nei giorni di apertura al pubblico, pena il deferimento agli organi disciplinari. Sono altresì obbligati a presenziare con i propri gatti iscritti, a corrispondere le quote di iscrizione dei gatti iscritti e ad osservare le clausole del programma dell'Esposizione se non in contrasto col presente regolamento.

FIAF@ciao.it

F.I.A.F.

PLAYCAT